Economia FinlandiaAttualmente la Finlandia presenta una economia di industria avanzata, caratteristica dei paesi europei più industrializzati: due terzi della sua produzione complessiva provengono dal settore del terziario che copre il 62% del PIL nazionale. L'industria è prevalentemente manifatturiera (34% del Pil). Di rilievo è anche l'attività dell'industria elettrica e delle telecomunicazioni. Sebbene il suo sottosuolo sia ricco di minerali, la Finlandia è costretta ad importare gran parte delle materie prime e dell’energia impiegate nella produzione. A causa del clima rigido il contributo dato dall'agricoltura è piuttosto ridotto (solo il 4% del PIL), limitato a mantenere una discreta auto sufficienza nella produzione dei prodotti base. Quella finlandese è comunque un’economia molto forte, specialmente se rapportata al suo numero di abitanti: è una delle nazioni con il reddito pro capite più alto al mondo. Dopo la pesante crisi che colpì il paese alla fine degli anni ottanta, dovuta al generale clima di recessione ed alla fine dell’URSS, alla quale è stata sempre legata, più per necessità che per scelta, nel 1995 la Finlandia ha aderito all’Unione Europea riallineandosi ai livelli di sviluppo degli altri paesi europei. Oggi la ricchezza netta delle famiglie finlandesi  è vicina alla media dell'Unione Europea. Il paese conta un numero di piccole e medie imprese relativamente basso e, nelle regioni isolate, l’economia locale è legata per lo più ai servizi nel settore pubblico, alle produzioni forestali e, in misura minore, a quelle agricole.

Ultimi articoli

Argomenti più letti

Voli economici per la Finlandia seleziona il tuo aeroporto di partenza dall'Italia o dall'estero e scegli tra decine di compagnie, tra cui Ryanair, Easyjet e tante altre e vola con prezzi super convenienti. Risparmia fino al 50%...